Metodo:
Filtra
0.8 €
0.8 €
0.6 €
9.4 €
5.1 €
8.5 €

Il raffreddore e l'influenza sono infezioni causate da vari virus respiratori e si manifestano con sintomi simili, ma con gravità e potenziali complicazioni diverse. In generale, il raffreddore comune si cura senza problemi in circa una settimana, mentre l'influenza può richiedere un trattamento più complesso con antivirali prescritti dal medico, soprattutto nei gruppi a rischio.

I sintomi del raffreddore e dell'influenza sono simili ma di intensità diversa

Il raffreddore comune si manifesta principalmente nella stagione fredda, anche se non è escluso che si manifesti anche nella stagione calda. Il raffreddore comune è più comunemente causato dai rinovirus, ma molti altri virus respiratori possono causarlo, come il virus respiratorio sinciziale, gli adenovirus, i coronavirus comuni, i virus para-influenzali e i metapneumovirus umani.

I sintomi del raffreddore di solito includono:

  • Dolore o bruciore alla gola
  • Starnuto
  • Congestione nasale e secrezione nasale
  • Mal di testa
  • Tosse
  • Dolore muscolare/articolare
  • Febbre moderata.

La maggior parte delle persone guarisce dal raffreddore in circa 7-10 giorni, ma ci sono alcune categorie di pazienti, come quelli con un sistema immunitario indebolito, asma o altre condizioni respiratorie preesistenti, che possono sviluppare forme gravi di infezione, come bronchite o polmonite.

L'influenza, invece, è causata da virus influenzali ed è prevalente nella stagione fredda, di solito tra dicembre e aprile.

I sintomi dell'influenza sono molto simili a quelli del comune raffreddore, per cui le due infezioni sono talvolta indistinguibili solo sulla base dei sintomi. Tuttavia, ci sono alcune manifestazioni che sono più specifiche dell'influenza rispetto al comune raffreddore:

  • Insorgenza improvvisa della malattia;
  • Gravità di alcuni sintomi, come febbre alta e persistente, brividi, tosse e gravi difficoltà respiratorie, forte mal di testa e dolori muscolari, affaticamento marcato, condizioni generali alterate;
  • Presenza in alcune persone, soprattutto nei bambini, di vomito e/o diarrea;
  • Maggiore possibilità di complicazioni gravi.

Il trattamento di raffreddore e influenza dipende dalla gravità della malattia e dal rischio di complicazioni.

Se si arriva dal medico con i sintomi di un'infezione respiratoria, la diagnosi verrà fatta sulla base di una valutazione clinica (esaminando i sintomi e consultando un medico) e talvolta dopo aver effettuato indagini o test di laboratorio. Esistono anche alcuni test rapidi per l'influenza, che possono essere effettuati prelevando le secrezioni nasali non più di quattro giorni dopo la comparsa dei sintomi.

Anche il trattamento del raffreddore e dell'influenza può essere in parte simile. Si possono quindi somministrare diversi farmaci per combattere i sintomi, a seconda dei casi:

  • Antipiretici (per ridurre la febbre);
  • Analgesici (per alleviare il mal di testa, i dolori muscolari e articolari, ecc;)
  • Antinfiammatori (per alleviare i processi infiammatori causati da infezioni virali);
  • Decongestionanti nasali (contro la congestione e lo scarico nasale);
  • Antisettici della mucosa orale e delle vie respiratorie (per lenire il mal di gola);
  • Antitussivi o mucolitici (per calmare la tosse secca o fluidificare il muco in caso di tosse produttiva).

Gli antibiotici non sono utili nei raffreddori causati da un virus respiratorio perché agiscono solo sui batteri. Tali farmaci saranno consigliati dal medico solo nel caso di un'infezione batterica insorta nel contesto di un'infezione virale.

Se vi viene diagnosticata l'influenza, è possibile che vi vengano raccomandati dei farmaci antivirali. Gli antivirali vengono solitamente prescritti alle persone ad alto rischio di gravi complicazioni influenzali:

  • Bambini piccoli;
  • Adulti oltre i 65 anni;
  • Donne in gravidanza;
  • Persone con determinate condizioni mediche, come asma, diabete e malattie cardiovascolari.

I farmaci antivirali possono ridurre i sintomi dell'influenza e abbreviare la durata della malattia di circa 1-2 giorni, ma i loro benefici più importanti consistono nel prevenire il rischio di ospedalizzazione e le gravi complicazioni dell'influenza, che possono anche portare alla morte.

Il rischio di influenza e di infezioni respiratorie può essere ridotto con alcune semplici regole

Per prevenire l'influenza e i casi gravi di influenza, la vaccinazione antinfluenzale annuale è la soluzione migliore.

Allo stesso tempo, seguire alcune semplici regole può fare la differenza per ridurre il rischio di sviluppare infezioni respiratorie di qualsiasi tipo:

  • Lavarsi le mani il più spesso possibile con acqua e sapone o utilizzare un disinfettante per mani a base di alcol quando si è fuori casa.
  • Evitare di toccare occhi, naso e bocca con mani non lavate.
  • Evitare i luoghi affollati durante i periodi di epidemia influenzale e di elevato numero di infezioni respiratorie.
  • Tenersi a distanza dalle persone con infezioni respiratorie.

I farmaci contro il raffreddore e l'influenza beneficiano di un'ampia gamma di forniture

Nella categoria dei farmaci consigliati per il raffreddore e l'influenza, si trova un'ampia varietà di prodotti che spesso combinano diversi principi attivi per alleviare i sintomi delle infezioni respiratorie, sotto forma di pillole, compresse effervescenti o masticabili, polveri, sciroppi, gocce o spray.

  • Ad esempio, per la riduzione della febbre e del dolore sono disponibili diversi preparati a base di paracetamolo, ibuprofene, acido acetilsalicilico o metamizolo, come Panadol, Nurofen, Aspirina, Antinevralgico, Paduden, Theraflu, Fervex, Advil, Algocalmin, Modafen e molti altri.
  • Per alleviare la congestione nasale si possono utilizzare sia preparati in pillole, contenenti fenilefrina cloridrato o pseudoefedrina (Theraflu Sinus Cold and Flu, Nurofen Cold and Flu, Paduden Cold and Flu, ecc.), nonché gocce e spray nasali come Olynth, Bixtonim, Vibrocil, Afrin o Rhinofug; la soluzione fisiologica e le soluzioni di acqua di mare possono integrare il trattamento per combattere lo scarico e la congestione nasale, soprattutto nei bambini piccoli.
  • Per lenire il mal di gola, esiste un'ampia gamma di compresse o spray con effetto antisettico e analgesico, contenenti ingredienti come blu di metilene, benzidamina, lidocaina cloridrato, amilmetacresolo, clorexidina digluconato ecc: Decasept, Tantum Verde, Faringosept, Strepsils o Trachisan.
  • Per il trattamento della tosse da raffreddore e influenza, sono disponibili numerosi preparati in forma di sciroppo o di pillola, destinati sia alla tosse secca (Bronchostop, Paxeladine) sia alla tosse produttiva (Bromhexin, Tusocalm, Mucosolvan).

Come scegliere i farmaci giusti per il raffreddore e l'influenza

Le infezioni respiratorie lievi non hanno un trattamento specifico, quindi la scelta dei farmaci si basa sui sintomi che si manifestano durante l'episodio di malattia. Ad esempio, si assumono anti-termici se compare la febbre, antidolorifici per alleviare il mal di testa, i dolori muscolari, ecc. e antisettici e antinfiammatori locali per il mal di gola.

Anche se molti farmaci contro il raffreddore e l'influenza sono OTC (over-the-counter), non sono privi di controindicazioni ed effetti collaterali. Per questo motivo è necessario leggere sempre attentamente i foglietti illustrativi dei farmaci e utilizzare i preparati solo secondo le indicazioni.

Inoltre, se i sintomi persistono o peggiorano entro 1-2 giorni, non esitate a consultare un medico. In caso di influenza, ad esempio, potrebbe essere necessario un trattamento antivirale, disponibile solo su prescrizione medica. In caso di infezioni respiratorie nei bambini, è bene consultare sempre il medico prima di somministrare al bambino farmaci non precedentemente raccomandati.